Ti trovi in:

Menu di navigazione

La comunità

Conferenza dei Sindaci

di Mercoledì, 19 Marzo 2014 - Ultima modifica: Giovedì, 15 Febbraio 2018

Conferenza dei Sindaci - art. 57 dello Statuto della Comunità

1. La Conferenza dei Sindaci, con funzioni propositive, consultive e di raccordo tra la Comunità ed i Comuni, è composta dai Sindaci dei Comuni facenti parte della Comunità Alto Garda e Ledro. Nel caso di assenza od impedimento formalmente dichiarato, il Sindaco può essere sostituito dal Vice Sindaco o suo Assessore delegato. Il presidente della Comunità partecipa alle sedute senza diritto di voto.

2. La Conferenza è validamente costituita con la presenza della metà più uno dei componenti ed esprime validamente i propri pareri a maggioranza dei componenti assegnati.

3. La Conferenza è coordinata e presieduta dal Sindaco eletto a maggioranza assoluta dei componenti, il quale convoca la conferenza, autonomamente o su proposta del Comitato esecutivo della Comunità, ovvero su richiesta di uno o più dei suoi componenti.

4. La Conferenza esprime un parere sugli atti del Consiglio della Comunità concernenti:

a) le linee strategiche per l'organizzazione dei servizi;

b) la definizione delle politiche dei tributi locali e tariffarie;

c) la proposta definitiva del bilancio di previsione annuale e pluriennale, gli atti di programmazione e pianificazione, i programmi e i piani di sviluppo economico e sociale;

d) gli indirizzi generali sull'organizzazione della Comunità;

e) le modalità di utilizzo del Fondo Unico Territoriale;

f) gli altri argomenti di interesse generale rientranti tra le competenze istituzionali della Comunità ai sensi della legge provinciale 16 giugno 2006 n. 3 e ss.mm., che le siano sottoposti ai sensi del presente articolo.

Tali pareri sono espressi a maggioranza dei componenti, entro venti giorni dalla richiesta.

5. La Conferenza, su richiesta del Consiglio della Comunità, può formulare proposte e osservazioni sugli altri atti della Comunità.

6. La Conferenza può esprimere pareri preventivi non vincolanti sulle materie di competenza della Comunità che le siano sottoposte da parte del Comitato esecutivo della Comunità o dai Sindaci che la costituiscono.