Ti trovi in:

Menu di navigazione

La comunità

Piano stralcio della Mobilità e delle aree produttive: la serata pubblica

di Giovedì, 12 Luglio 2018
Immagine decorativa

Presentazione pubblica della Proposta di Piano Stralcio della Mobilità e della Proposta di Piano Stralcio delle Aree Produttive del settore secondario. La serata è in programma il 20 luglio. 

La presentazione pubblica del 20 luglio è il primo evento previsto nell’ambito del processo di partecipazione alle scelte pianificatorie previsto dalla legge, necessario ai fini della adozione dei due piani Stralcio che faranno parte del “Piano Territoriale della Comunità Alto Garda e Ledro” (PTC).

Il processo di partecipazione è stato attivato dalla Autorità per la partecipazione locale (APL), che ne garantiscel’indipendenza e l’imparzialità.

La presentazione pubblica è un importante opportunità di incontro con i funzionari incaricati e con il Responsabile del Servizio Pianificazione della Comunità arch. Gianfranco Zolin, utile a conoscere da vicino il lavoro che è stato fatto per elaborare le proposte di pianificazione territoriale strategiche per il futuro del nostro territorio.

Verranno presentati, nel modo più semplice possibile, grazie anche a rappresentazioni cartografiche e ad immagini del territorio, i seguenti aspetti relativi alla mobilità e alle aree produttive del settore secondario (industria e artigianato):

- quadro di riferimento territoriale e scelte strategiche del PTC;- obiettivi, scelte strategiche e indirizzi per il PTC;- ambiti strategici;- progetti mirati;

La documentazione oggetto del processo partecipativo è disponibile e scaricabile on-line al seguente link:

http://www.altogardaeledro.tn.it/Aree-Tematiche/Urbanistica-e-CPC/Ufficio-di-piano/Piani-stralcio-in-materia-di-Mobilita-ed-Aree-Produttive

La corrispondente documentazione cartacea è depositata e consultabile presso il Servizio Pianificazione della Comunità Alto Garda e Ledro in orario d’ufficio, su appuntamento.

Nel  corso della presentazione pubblica verranno comunicate le date dei tavoli di confronto e partecipazione aperti a tutta la cittadinanza e ai portatori di interessi.

 Tutta la cittadinanza è cortesemente invitata.

Auspicando la più ampia partecipazione, si chiede di dare massima diffusione al presente invito. 

20 luglio 2018 ad ore 20.00

presso la Sala Cinema della Comunità Alto Garda e Ledro

via Rosmini 5/b a Riva del Garda (TN)

Info:

Comunità Alto Garda e Ledro - Servizio Pianificazione

Via Rosmini 5/b (secondo piano)

38066 Riva del Garda

tel. 0464/571726

e-mail: ufficiodipiano@altogardaeledro.tn.it

 

In collaborazione con:

 

​Autorità per la Partecipazione Locale

​Tel.: 0461/495022

​e-mail: apl@provincia.tn.it 

APPROFONDIMENTO

 

La normativa vigente (L.P. n. 3/2006 e L.P. n. 15/2015) prevede che l’adozione degli strumenti di pianificazione urbanistica sia preceduta da una fase di ascolto e coinvolgimento dei cittadini e dei portatori di interesse.

Ciò allo scopo di favorire il dibattito pubblico ed il massimo possibile coinvolgimento della popolazione e dei portatori di interesse, consentire il confronto e la mediazione tra le diverse proposte, posizioni ed interessi, con conseguente miglioramento del rapporto fiduciario tra cittadini ed istituzioni.

 

Il contesto sociale in cui si svolge il processo partecipativo è costituito da una comunità di circa 50.000 residenti impiegata prevalentemente nel settore terziario principalmente turistico, da un comparto manifatturiero di alto livello che si rivolge principalmente al mercato europeo, ma anche da ambiti caratterizzati da un’economia legata ad attività tradizionali (agricoltura e zootecnia). Tutte le aree che compongono il territorio sono interessate da un forte flusso turistico in costante ascesa. Il territorio è particolarmente attrattivo sotto il profilo turistico perché oltre ad un paesaggio di grande pregio offre infatti la possibilità di praticare numerose attività sportive e ricreative per gran parte dell’anno. Inoltre la cultura dell’accoglienza turistica, sviluppatasi nell’Alto Garda già alla fine dell’800, vanta una storia plurisecolare e strutture ricettive in grado di soddisfare la domanda internazionale. 

Gli obiettivi del processo partecipativo, nel settore della pianificazione territoriale, sono indicati dalla normativa di riferimento, in primo luogo dall’art. 19 “Partecipazione alle scelte pianificatorie” della citata L.P. n. 15/2015 e dall’art. 5, comma 5, del Regolamento della L.P. n. 3/2006. Questi coincidono con le attese della Comunità Alto Garda e Ledro e corrispondono agli obiettivi che sono stati perseguitimediante il “processo partecipativo” volontario già realizzato per il Documento preliminare. 

 

“Proposta di Piano Stralcio della Mobilità” 

La Proposta di Piano individua la viabilità e le reti per la mobilità di valenza sovracomunale (art. 23 L.P. 15/2015) e punta al raggiungimento di 5 obiettivi:

1) promuovere la pedonalizzazione in tutti i Centri della comunità;

2) potenziare la rete ciclopedonale, collegare la rete di fondovalle con le valli sospese;

3) prevedere un collegamento ferroviario tra l’asse VR-Brennero ed il lago di Garda;

4) integrare tra loro le varie modalità di trasporto (ferroviario, ciclabile, navale, trasporto pubblico su gomma e veicolare privato);

5) razionalizzare e gerarchizzare la rete viaria e di progetto.

La documentazione relativa alla “Proposta di Piano Stralcio della Mobilità” di data “luglio 2018” - seconda proposta, è comprensiva dei seguenti allegati:

PM 01      Città pedonale

PM 02      Mobilità attuale

PM 03      Mobilità di progetto

PM 04      Schema dei flussi viabilistici

PM 05      Trasporto pubblico urbano ed extraurbano

PM 06      Piste ciclopedonali

PM 07      Altra mobilità

PM 08 A  Smart mobility

PM 08 B   Elisoccorso. 

 

“Proposta di Piano Stralcio delle Aree Produttive del Settore Secondario”

La Proposta di Piano delimita e disciplina le aree produttive del settore secondario (industria e artigianato) di livello provinciale, individua nuove aree produttive di livello provinciale secondo quanto previsto dal PUP e la riclassificazione delle aree produttive da livello provinciale a locale (art. 23 L.P. 15/2015). Inoltre il Piano individua le aree produttive sulle quali sono previsti interventi di riqualificazione urbanistica.

La documentazione relativa alla “Proposta Piano Stralcio delle Aree Produttive del Settore Secondario” di data “luglio 2018” - seconda proposta, è comprensiva dei seguenti allegati:

PAP 0A    Stato attuale scala 1:25.000  

PAP 0P    Stato di Progetto scala 1:25.000

PAP 1P    Stato di Progetto scala 1:10.000

PAP 2P    Stato di Progetto scala 1:10.000

PAP 3P    Stato di Progetto scala 1:10.000.

 

 

Per ulteriori informazioni si ricorda quanto segue: 

-​in data 15.02.2018 (prot. C.tà n. 2022) la Comunità Alto Garda e Ledro ha inoltrato alla Autorità per la partecipazione locale il “modello attivazione processo partecipativo obbligatorio per Piano Territoriale, Piano Stracio Mobilità e Piano Stracio Aree Produttive del Settore Secondario”;

- ​l’Autorità per la partecipazione locale - APL con verbale di deliberazione n. 2 del 09.03.2018 (prot. C.tà n. 3135), dopo avere valutatoattentamente la proposta, ha accertato la regolarità e completezza della proposta e l’avvenuto rispetto dei criteri di legge e dei criteri di trasparenza e imparzialità ed ha quindi attivato, ai sensi dell’art. 17 quater della L.P. 3/2006, il processo partecipativo proposto, inerente l’adozione del Piano Stralcio della Mobilità e del Piano Stralcio delle Aree Produttive del settore secondario, demandando alla Comunità gli adempimenti che sono conseguentemente necessari;

- ​il Comitato Esecutivo della Comunità Alto Garda e Ledro, con deliberazione n. 98 del 03.07.2018, ha approvato gli adempimenti necessari all’attivazione del processo partecipativo.

Classificazione dell'informazione

Argomento

comunicazione istituzionale

comunicazione istituzionale