Ti trovi in:

Home » Aree Tematiche » Polizia locale » Gestione delle sanzioni » Procedura di ricorso per una violazione del codice della strada

Menu di navigazione

Aree Tematiche

Procedura di ricorso per una violazione del codice della strada

E’ noto che sia spiacevole tornare a casa e trovare nella propria cassetta delle lettere una sanzione amministrativa che di seguito chiameremo “multa”, come è brutto anche ritrovarsi una “multa” sul parabrezza per aver parcheggiato in divieto di sosta. Se il cittadino-trasgressore ritiene che la sanzione accertata dalla Polizia Locale Alto Garda e Ledro o dagli ausiliari alla sosta sia ingiusta o la segnaletica sbagliata: può presentare un ricorso.

Che fare in quei casi?

Fare ricorso per una violazione del codice stradale è piuttosto semplice, esistono due strade per presentare ricorso per una multa:

  • il PREFETTO (per la nostra Provincia il COMMISSARIATO DEL GOVERNO DI TRENTO) o
  • il GIUDICE DI PACE di Riva del Garda, uno esclude l’altro.

Procedure per ricorsi diretti al COMMISSARIATO DEL GOVERNO DI TRENTO

Si può presentare ricorso entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale ai sensi art. 201 C.d.S. Con il termine di contestazione s’intende la comunicazione immediata ovvero il trasgressore è stato fermato da agenti della Polizia Locale su strada, è stato identificato ed è stato redatto immediatamente un verbale.

Se l’avviso di accertamento di violazione è rinvenuto sul parabrezza del veicolo non si è ancora in presenza di atto perfezionato ed occorre attendere la notificazione nei confronti del proprietario che deve avvenire entro 90 giorni dalla data di accertamento. In alternativa, il proprietario che intende presentare ricorso immediatamente può presentarsi presso uno degli sportelli preposti delle sedi di Arco o Riva dove, contestualmente alla stesura sarà anche notificato l’atto ed il proprietario potrà immediatamente presentare il ricorso.

Per fare ricorso occorre un modulo specifico?

Lo scritto difensivo può essere redatto su carta semplice o utilizzando l’apposito modulo “Ricorso al COMMISSARIATO DEL GOVERNO DI TRENTO” presente nelle sedi predisposte o scaricabile . Allo scritto si può allegare tutta la documentazione che il ricorrente ritenga utile per supportare le sue motivazioni (per es. copie permessi, copie certificati medici, dichiarazioni datore lavoro, copie documenti veicolo, ecc.). Ricordare sempre:

  • si deve sempre firmare il ricorso a pena dell’irricevibilità del medesimo;
  • si deve indicare chiaramente il numero e la data del verbale che s’intende impugnare;
  • il verbale va allegato in originale agli scritti difensivi;
  • se si ritiene necessario si può richiedere di essere sentiti personalmente.

Come faccio a presentare il ricorso?

Tramite raccomandata a.r. :

  • al Comando di Polizia Locale Alto Garda e Ledro, via Rosmini , 5 – 38066 Riva del Garda;
  • al COMMISSARIATO DEL GOVERNO DI TRENTO via Piave, n. 1, Trento.

Direttamente

  • agli sportelli delle sedi Comando della Polizia Locale di Riva del Garda e di Arco, dal lunedì al venerdì con orario 8,30/12,00.

Quanto tempo ci vuole per avere una risposta dal Prefetto?

Dal ricevimento del ricorso il Comando di Polizia Locale ha 60 giorni di tempo per istruire il fascicolo e trasmetterlo al Commissariato del Governo che ha a disposizione120 giorni per emettere provvedimento d’ingiunzione di pagamento o d’archiviazione del verbale. Il provvedimento di rigetto del ricorso ed ingiunzione di pagamento deve essere notificato entro 150 giorni dalla sua data di emissione. Attenzione: se si era richiesta audizione personale i termini sopra indicati, subiscono un’interruzione che va dal momento della notifica della convocazione a quello dell’avvenuta audizione.

Se il Prefetto non accoglie il mio ricorso quanto dovrò pagare?

In caso di mancato accoglimento del ricorso il Commissariato del Governo ingiunge il pagamento della sanzione in misura doppia rispetto a quella indicata a verbale (c.d. minimo edittale). Le modalità di pagamento sono indicate sul provvedimento medesimo, così come la procedura per l’opposizione. In caso di mancato pagamento sarà avviata la procedura coattiva prevista dalla legge.

E se non sono d’accordo con quanto stabilito dal Prefetto?

Il provvedimento del Commissariato del Governo si può impugnare: entro 30 giorni dalla notifica dello stesso, si può presentare opposizione direttamente alla Cancelleria del Giudice di Pace di Riva del Garda sita in via Bastione 3 o tramite raccomandata a.r. o con posta certificata.
Modulistica (vedi documenti in calce):

  1. Ricorso al Commissario del Governo di Trento

Procedure per ricorsi diretti al GIUDICE DI PACE

Il ricorso va presentato personalmente (o, se prefererite con l’ausilio di un Avvocato) presso la Cancelleria del Giudice di Pace di Riva del Garda competente, oppure spedita con raccomandata A/R. A differenza del Commissariato del Governo, il Giudice di Pace dopo aver esaminato gli elementi del ricorso fisserà un'udienza a cui si è obbligati a presenziare (o si può delegare una persona di fiducia), anche se non si è residenti del luogo. Come detto, e' possibile presentare il ricorso anche avverso l'ordinanza-ingiunzione, entro 30 giorni dalla notifica. Sia in caso di rigetto nel merito, che per contestare il mancato rispetto dei termini di emissione del ricorso da parte del Commissariato del Governo.

E' possibile presentare ricorso al Giudice di Pace anche avverso una cartella esattoriale (atto successivo all'emissione del verbale) ma solo ed esclusivamente in caso di vizi formali, relativi sia all'emissione della cartella stessa sia alla notifica del precedente verbale; se non vi fossero irregolarita', non e' invece possibile opporsi nel merito, avendo omesso la contestazione del verbale. In questo caso, in luogo di "verbale" occorrera' ovviamente parlare di "cartella esattoriale ", anche in questo caso si deve presentare entro 30 giorni dalla notifica.

Dove andare?

  • Presso il Comando della Polizia Locale
    • Sede di Arco, via B. Galas 13
    • Telefono : 0464 583604 -5 (Ufficio Contenzioso)
    • Fax 0464 514009
  • Presso l'ufficio del Giudice di Pace
    • Riva del Garda, via Bastione 3

Modulistica (vedi documenti in calce):

  1. Ricorso in opposizione a sanzione amministrativa presso il Giudice di Pace
  2. Ricorso presso il Giudice di Pace - Modulo F23
  3. Ricorso presso il Giudice di Pace - Contributo unificato iscrizione a ruolo

Ricorso al Commissario del governo di Trento

Ricorso in opposizione a sanzione amministrativa presso giudice di pace