Ti trovi in:

Home » Aree Tematiche » Mense Scolastiche - Istruzione » Mense scolastiche » Informazioni per l'accesso alle mense, per l'uso di buoni, sul sitema tariffario ICEF..

Servizio mensa: Informazioni per l'acquisto dei buoni pasto e sistema tariffario ICEF

Informazioni generali sulle mense ed i servizi collegati.

Informo che la Comunità Alto Garda e Ledro intende mantenere invariate per l’anno scolastico 2015/2016 le tariffe per il servizio di mensa (previste tra il minimo di € 2,20 ed il massimo di € 4,16 a pasto), stabilite con propria deliberazione giuntale n. 122 dd. 25.06.2013.

Per l’ammissione al servizio mensa è necessario che la famiglia abbia presentato la richiesta direttamente presso la scuola di appartenenza, con il conseguente regolare inserimento del nominativo dell'alunno nell’Anagrafe Unica Studenti provinciale, direttamente da parte della scuola stessa.

Anche per questo anno scolastico le tariffe agevolate per la fruizione del servizio saranno determinate tenendo conto della condizione economica del nucleo familiare, valutata sulla base del sistema ICEF provinciale e del numero dei figli.

Per potere usufruire delle riduzioni, è necessario prenotare appuntamento presso un Centro di Assistenza Fiscale (CAF), oppure presso lo Sportello per l'Informazione della Provincia Autonoma di Trento (Riva del Garda, Via Cannella 11 - tel. 0464 555710), presentando per ciascun componente il nucleo familiare le dichiarazioni che dimostrino il possesso dei requisiti prescritti, relative ai redditi 2014 ed al patrimonio mobiliare ed immobiliare posseduto alla data del 31.12.2014.

La tariffa così determinata potrà essere ulteriormente ridotta in relazione al numero dei figli in età prescolare e in età scolare iscritti presso le scuole dell'infanzia, del primo ciclo e del secondo ciclo di istruzione e formazione, aventi un’età non superiore ai venti anni a conclusione dell’anno scolastico o formativo cui la domanda di agevolazione si riferisce (convenzionalmente la data di conclusione dell’anno scolastico e formativo e fissata con il giorno 7 giugno 2016).

Si informa altresì che qualora non venga presentata l’apposita domanda al CAF, sarà applicata, per ciascun fruitore del servizio, la tariffa massima di € 4,16 per ogni pasto.

Una volta effettuata la richiesta di ammissione al servizio presso la scuola di appartenenza, che verificherà il possesso dei requisiti e l’eventuale dichiarazione ICEF per l’ottenimento delle agevolazioni, non risultano necessari per l’Utente altri adempimenti e la relativa documentazione non deve essere presentata presso gli Uffici della Comunità.

I dati complessivamente risultanti saranno inseriti per via informatica nell’Anagrafe Unica Studenti provinciale e resi automaticamente disponibili alla Comunità ed alle Casse Rurali, con gli elenchi nominativi degli aventi diritto e del corrispettivo dovuto da ciascuno per ogni pasto.

BUONO PASTO DEMATERIALIZZATO:

Limitatamente all'Istituto Comprensivo di Arco è stata effettuata la sperimentazione del buono pasto dematerializzato nel corso dell'anno 2014/2015.

A partire dall'anno scolastico 2015/2016 il buono pasto dematerializzato è esteso a tutti gli Istituti scolastici operanti sul territorio della Comunità.

Il credito che eventualmente residua a fine anno scolastico viene automaticamente riportato nel nuovo.

L'ufficio Istruzione del Comunità rimane a disposizione per le ulteriori informazioni inerenti il servizio mensa (diretto 0464 571703; centralino 0464 571711).