Ti trovi in:

Home » Aree Tematiche » Ambiente » Rifiuti e corretto smaltimento

Rifiuti e corretto smaltimento

Immagine decorativa

La raccolta differenziata viene eseguita per i rifiuti umido organico, secco non riciclabile, carta, plastica, vetro, alluminio e banda stagnata, farmaci, pile e rifiuti domestici pericolosi. L'uso del composter permette inoltre l'auto smaltimento presso le famiglie della frazione umida biodegradabile dei rifiuti solidi urbani.

La corretta separazione dei rifiuti ed il conferimento degli stessi negli appositi contenitori determina un beneficio per l'ambiente, una riduzione di occupazione dello spazio nelle discariche, una maggiore possibilità di recupero dello scarto. Le modalità di conferimento e raccolta dei rifiuti richiedono però particolare attenzione per poter raggiungere gli obiettivi prefissati.

Consulta di seguito la Guida che illustra come separare correttamente i tuoi rifiuti: segui le indicazioni e i consigli per imparare a ridurre i rifiuti prodotti e migliorare resa e qualità della nostra raccolta differenziata diminuendo così il volume del rifiuto secco residuo.

In questo contenitore dovranno essere riposti tutti gli elementi che non possono essere differenziati e riciclati. Non inserire quindi: rifiuti organici, carta e cartone, imballaggi in plastica o metalli, rifiuti pericolosi, pile, batterie, rifiuti ingombranti, elettrodomestici, verde e ramaglie, farmaci scaduti e tutte le altre categorie di rifiuti che possono essere conferite negli appositi contenitori dedicati e presso i Centri Raccolta Materiali.

Per conoscere le informazioni e i consigli utili sulla corretta modalità di differenziazione e conferimento del rifiuto consulta e scarica la relativa Scheda Informativa .

In questo contenitore dovranno essere riposti giornali, riviste, libri, quaderni, cartoni in genere puliti e schiacciati. Non vanno inseriti sacchetti di Nylon e cellophane, carta o copertine plastificate, carta carbone plastificata o oleata.

Per conoscere le informazioni e i consigli utili sulla corretta modalità di differenziazione e conferimento del rifiuto consulta e scarica la relativa Scheda informativa.

Fra i materiali che costituiscono i rifiuti urbani, la frazione organica spicca per quantità e per i problemi che può causare. Le sostanze organiche infatti costituiscono circa il 35% dell'intera massa dei rifiuti e la loro decomposizione, a differenza delle altre frazioni, può creare problemi di lavorazione, odore, biogas e percolato, con conseguenti problemi di inquinamento e costosi interventi di ripristino ambientale. Ecco perchè è fondamentale conferire correttamente questa frazione di rifiuto indirizzandola al flusso di smaltimento dedicato, evitando il più possibile di contaminare le altre frazioni (secco, imballaggi, carta, ecc.)!

Per conoscere le informazioni e i consigli utili sulla corretta modalità di differenziazione e conferimento del rifiuto consulta e scarica la relativa Scheda Informativa sotto allegata.
In alternativa al servizio di raccolta dedicato alla frazione organica, qualora si abbia la disponibilità di un giardino, è possibile praticare il compostaggio domestico.

Nelle campane stradali verdi o gialle riportanti l' adesivo "IMBALLAGGI LEGGERI" possono essere riposti imballaggi in plastica, cartoni per bevande (tipo quelli usati per il latte, succhi di frutta, vino, panna ecc), lattine e barattoli, scatolette, contenitori in acciaio, carta stagnola. Non vanno inseriti oggetti in plastica e gomma (es. giocattoli ecc.). Ricorda di conferire i materiali puliti e schiacciati.
Tale sistema si inserisce nelle iniziative rivolte ad una maggior tutela ambientale e alla diminuzione delle quantità di rifiuto destinate a finire in discarica.

Per conoscere le informazioni e i consigli utili sulla corretta modalità di differenziazione e conferimento del rifiuto consulta e scarica la relativa Scheda Informativa.

Attenzione!

Dal 01.05.2012 il Consorzio Nazionale Imballaggi ha ammesso il conferimento di piatti e bicchieri in plastica (ma non delle posate) nella frazione riciclabile degli imballaggi leggeri, ma solo purchè opportunamente puliti e impilati, in caso contrario tali materiali dovranno essere conferiti insieme al secco non riciclabile.
Qualora tale indicazione non venga correttamente interpretata e gestita, si rischierà di compromettere irrimediabilmente la validità della raccolta differenziata prodotta!

Dal 1^ Luglio 2017 ha avuto inizio la raccolta separata del vetro rispetto agli altri imballaggi leggeri (imballaggi in plastica, lattine in alluminio, scatolame in metallo, contenitori tipo Tetra Pak), che andrà progressivamente a regime nei prossimi mesi.

Nelle campane stradali verdi o gialle riportanti l'adesivo "IMBALLAGGI IN VETRO" possono quindi essere riposti solamente imballaggi in vetro (bottiglie e vasetti).

Non possono inoltre essere conferiti i cristalli di vetro (ad esempio bicchieri) e ceramiche.

Tale accordo è sancito dall'Accordo Quadro ANCI-CONAI attualmente in vigore fino al 31 marzo 2019 ed è motivato dal fatto che una raccolta monomateriale del vetro consente di limitare al massimo le impurità, garantendo di fatto una miglior riciclabilità di questo prezioso materiale da imballaggio.

Per far fronte a tale nuova esigenza, è stata inoltre adeguata la dotazione di contenitori anche delle attività economiche che hanno attivato il servizio di raccolta rifiuti "porta a porta" che abbiano una significativa produzione di rifiuti da imballaggio in vetro; le utenze che non avessero ancora provveduto ad uniformarsi alla nuova raccolta, possono contattare il Servizio Tutela Ambientale e Gestione del Territorio della Comunità Alto Garda e Ledro all'indirizzo tecnico@altogardaeledro.tn.it richiedendo la consegna dei nuovi contenitori per il vetro e la relativa segnaletica informativa.

I rifiuti ingombranti sono per definizione rifiuti solidi urbani che a causa del loro eccessivo peso o volume, non possono essere depositati nei cassonetti stradali del secco.
Gli ingombranti sono costituiti in larga percentuale (60-80%) da materiali ferrosi o plastici che possono essere riciclati e/o recuperati.
Alcuni elettrodomestici contengono sostanze dannose per l'uomo e per l'ambiente; i frigoriferi, ad esempio, contengono nel loro circuito di raffreddamento i CFC (clorofluorocarburi), che sono tra i responsabili del buco dell'ozono.

Per conoscere le informazioni e i consigli utili sulla corretta modalità di differenziazione e conferimento del rifiuto consulta e scarica la relativa Scheda Informativa. 

Per conoscere gli orari di apertura e l'ubicazione dei Centri di Raccolta presenti sul territorio della Comunità consultare la pagina Centri di Raccolta.
Per conoscere i dettagli e le modalità di prenotazione del Servizio di ritiro ingombranti a domicilio consultare la pagina corrispondente.

La raccolta degli abiti usati contribuisce al contenimento degli sprechi. Ricorda infatti che tutto ciò che può essere ancora utilizzato non è un rifiuto e che è quindi possibile concedere nuova vita agli indumenti ancora in buono stato. Generalmente avviene una prima selezione che sceglie i capi in buono stato e li avvia al mercato del riutilizzo. Gli altri tessuti misti possono essere trattati con macchine speciali che separano le fibre e permettono di lavorarle per produrre lana rigenerata.

Per conoscere le informazioni e i consigli utili sulla corretta modalità di differenziazione e conferimento del rifiuto consulta e scarica la relativa Scheda Informativa.

Per conoscere gli orari di apertura e l'ubicazione dei Centri Raccolta Materiali presenti sul territorio della Comunità consultare la pagina CRM. 

Gli scarti vegetali provenienti dalla cura del giardino, come foglie, erba, residui floreali, sfalci e potature, costituiscono una parte consistente dei nostri rifiuti e sono fondamentali per il processo di compostaggio.
Non gettiamoli quindi nel rifiuto residuo!

Questo tipo di raccolta differenziata non è rilevante in termini quantitativi, ma risulta importante per quanto riguarda l'impatto ambientale in caso di smaltimento non corretto:
la composizione chimica di tali prodotti ha infatti effetti estremamente inquinanti sul territorio anche nel caso di ridotte quantità.

Per conoscere le informazioni e i consigli utili sulla corretta modalità di differenziazione e conferimento del rifiuto consulta e scarica la relativa Scheda Informativa.

I rifiuti domestici pericolosi possono essere gratuitamente conferiti presso i Centri Raccolta Materiali presenti sul territorio della Comunità. Per conoscere gli orari di apertura e l'ubicazione dei Centri Raccolta Materiali presenti nel tuo Comune consulta la pagina CRM .

ATTENZIONE! Si avvisa che a partire dal mese di OTTOBRE 2013 il servizio di raccolta dei rifiuti domestici pericolosi con FURGONE ITINERANTE è SOPPRESSO!
Tale decisione deriva dall’evidenza dimostrata dalle rilevazioni degli ultimi mesi, secondo le quali:
1) la frequenza dei conferimenti ai punti di sosta del servizio itinerante è quasi nulla (2-3 utenti a settimana).
2) L’aumento dei conferimenti di tale frazione del rifiuto presso i Centri di Raccolta.
Proprio in ragione del fatto che i cittadini riconoscono nei CRM un ruolo sempre più attivo e centrale nel sistema di raccolta e smaltimento rifiuti e di supporto nel miglioramento della raccolta differenziata sia in termini quantitativi che qualitativi, gli sforzi della struttura del Servizio Tutela Ambientale della Comunità sono concentrati, su indicazione dell’Assessorato al Ciclo dei Rifiuti della Comunità Alto Garda e Ledro, al miglioramento dei servizi offerti dai CRM gestiti dalla Comunità e a garantire ai cittadini maggiore facilità e semplicità di accesso.

Lo smaltimento in maniera improria dell'olio alimentare è causa di gravi conseguenze ambientali.

In questa pagina potrai consultare e scaricare le indicazioni inerenti le modalità e i giorni di raccolta differenziata per la tua zona.

In questa sezione si potranno consultare una serie di tabelle che riportano i dati statistici relativi alla gestione del servizio raccolta rifiuti nell'ambito della Comunità Alto Garda e Ledro.